Servizi e prodotti per la casa, il giardino, il tempo libero
Costruiamo insieme il portale dell'edilizia ticinese
  Cerca un prodotto  
 

Cerca
 
  NEWSLETTER  
 
Sconto del 10% Registrati ora alla newsletter!
Otterrai un’offerta esclusiva di benvenuto oltre a promozioni a te riservate.
 
Costruiamo insieme
 
Lo specialista del mese
Mygrin
 L’unico sistema di taglio brevettato che permette di tagliare il prato senza lasciare residui

Mygrin
 

Grin ha brevettato un sistema di taglio che permette di centrifugare e polverizzare l’erba. Questo significa tagliare l’erba nelle stesse condizioni e con lo stesso risultato di una macchina tradizionale, eliminando il lungo e faticoso problema di riempire sacchi di erba e doverli smaltire, operazioni che rappresentano circa il 75% del tempo impiegato per tagliare l’erba.
Funzionamento delle macchine Grin
L’erba tagliata rimane sospesa per alcune frazioni di secondo all’interno della speciale calotta. Qui viene centrifugata grazie al vortice creato dal movimento della lama.
In questo modo l’erba perde la maggior parte del suo volume e viene polverizzata in particelle piccolissime e praticamente invisibili. Queste particelle ricadono direttamente sul terreno (non sul manto erboso!) e vengono assorbite in brevissimo tempo.
Il sistema brevettato Grin è l’unico che permette di tagliare l’erba, con la stessa frequenza e alle stesse altezze di una macchina tradizionale con cesto, senza lasciare residui apprezzabili.
In questo modo:
•si riducono enormemente i tempi di taglio, non fermandosi per svuotare il cesto di raccolta
•si eliminano completamente tutte le incombenze legate allo smaltimento dell’erba tagliata:
viaggi in discarica, manutenzione solo nel giorno di ritiro del rifiuto organico, pulizia della macchina usata per trasportare l’erba, ecc..
Grin ha una gamma completa di modelli che vanno dalla macchina elettrica alle macchine professionali. Ogni utilizzatore, privato o professionale, ha a disposizione la macchina più adatta alle proprie esigenze.
Le macchine Grin sono tutte macchine:
Robuste: struttura in acciaio, assali rinforzati, ruote in acciaio con doppi cuscinetti a sfera su ogni modello
Maneggevoli: ingombro ridotto e leggerezza
Potenti e affidabili: motore e, nei modelli semoventi, trazione di alta qualità
Funzionali: manico ripiegabile e regolazione dell’altezza di taglio mediante un’unica leva su ogni modello.
Per saperne di più
>> Visualizza il sito internet
SALA FERRAMENTA SA è diventato distributore esclusivo per  tutta la Svizzera delle macchine Grin.
Non esitare a contattarli tramite mail: info@sala-sa.ch
o telefonicamente ai numeri
+41 (91) 862 42 42 e +41 (91) 994 88 08

 
News in evidenza

Gocycle
Il veicolo elettrico a due ruote che combina potenza, portabilità e stile per spostarsi senza sforzo, a zero emissioni e basso costo.
>>Per saperne di più

La sindrome dell'edificio malato
Nel numero di giugno 7 luglio 2010 della pubblicazione VIVERE, rivista bimestrale in lingua italiana distribuita gratuitamente, da oltre 20 anni, nelle farmacie del Cantone Ticino e del Grigioni italiano, è presente un redazionale su LA SINDROME DELL’EDIFICIO MALATO: i rimedi per vivere sano l’ambiente della propria casa.
Sindrome dell'edificio malato
>>Per saperne di più
Edilizia Bio-Eco
Nell'ambito della sua strategia di attenzione alle problematiche ambientali ed alla qualità della vita, Edilcentro si sta impegnando in una serie di azioni miranti ad affiancare i progettisti e le imprese di costruzioni nell'ambito dello sviluppo sostenibile.
Edilizia Bio-Eco
>>Per saperne di più
Il marchio Bio – Eco di Edilcentro
Per meglio riconoscere i prodotti destinati ad una edilizia bio-ecologica che tenga conto degli aspetti ambientali legati alla costruzione e delle sue conseguenze sulla salute degli abitanti, Edilcentro ha introdotto il marchio Bio-Eco.
Il marchio Bio-Eco di Edilcentro
>>Per saperne di più
 
Il legno di bambù Torna indietro
Stiamo vivendo un'epoca nella quale dobbiamo imparare a gestire le risorse naturali. Lo sapete ad esempio che la deforestazione è la seconda causa di emissione di CO2 con il 18% del totale. Ricordiamo inoltre che, a causa del taglio degli alberi, ogni settimana scompare una superficie di foresta equivalente a 325.000 campi di calcio, con un grave danno ambientale.
Il bambù costitisce un'alternativa naturale ed ecologica al legno destinato alla decorazione ed alla architettura d'interni. Esprime la sua natura attraverso l'elasticità e resistenza; la sua durezza è molto elevata (leggermente superiore al rovere americano) e quindi può essere utilizzato anche per pavimenti che durano a lungo e che possono essere levigati diverse volte negli anni.
Il suo trattamento può avvenire in linea di massima con tutti i comuni prodotti per il trattamento di altri tipi di legno. La scelta della finitura (impregnante, olio, ecc.) per pavimenti in bambù è determinata principalmente dai requisiti di durezza, lucidatura, colore e manutenzione.

 

Il bambù utilizzato per questi impieghi non sottrae alimento ai panda. Questi animali vivono infatti nella regione montuosa centrale della Cina spostandosi dove sono facilmente accessibili le specie più basse di bambù. L’alto bambù della Phyllostachys pubescens non presenta fogliame sui primi 5 metri del culmo, perciò non rappresenta una fonte di cibo per i panda. Inoltre i bambù utilizzati provengono da piantagioni delle province Zhejiang, Fujian, Anhui e Jiangxi, molto distanti dalla regione dei panda.Il «bambù gigante», Phyllostachys pubescens, non è un albero, ma una «specie erbacea» che si indurisce e cresce molto velocemente. Nel giro di 5/6 anni la pianta cresce dai 30 ai 50 cm al giorno e può raggiungere un’altezza dai 15 ai 30 metri, con una circonferenza dei fusti (detti «culmi») di oltre 35 cm. In natura cresce in vaste foreste primordiali, oltre ad essere coltivato dall’uomo in vaste piantagioni. Un terzo dei culmi di bambù può essere raccolto ogni anno, senza per questo ridurre le dimensioni della foresta.Anche l'energia utilizzata per la loro lavorazione proviene dal riciclaggio della seguatura e degli scarti degli stessi bambù.

 

Le applicazioni del bambù
In Asia l’uso del bambù è diffusissimo. In Cina si usa da tempo immemorabile per molti prodotti tradizionali, dagli utensili da cucina agli strumenti musicali, dalle impalcature a interi edifici. Negli ultimi decenni il bambù è stato utilizzato anche nell’industria (ad esempio, tappeti, pannelli e pavimenti).
Si può affermare quindi che, come per il legno, le sue applicazioni sono infinite e trovano un limite solo nella creatività: dal pavimento di un grande centro commerciale al soffitto di un aereoporto dal piccolo mobile al rivestimento di un grande ristorante, alla realizzazione di un personal computer.
Con il bambù vengono oggi realizzati: pavimenti e rivestimenti, parquet massicci e flottanti, impiallacciature naturali, pannelli massicci listellari, mobili, serramenti, scale, ecc.

  Lavorazione del bambù
I culmi, ovvero i fusti rotondi e cavi, sono segati in liste, che vengono poi lavorate per creare i prodotti destinati alle diverse applicazioni: pavimentazioni, pannelli e impiallacciature o tappeti e mattonelle.
I culmi di bambù vengono segati longitudinalmente in liste. Si rimuove la parte esterna verde del bambù mediante una speciale piallatrice. Le liste possono essere bollite (al vapore) in modo da bruciare gli zuccheri contenuti e dare al materiale una colorazione marrone caramello. Dopo essersi asciugate, le liste vengono piallate nuovamente e associate mediante incollaggio ad alta pressione

Per saperne di più:
http://www.edilcentro.ch/news/presentazione 2011.pdf
http://it.wikipedia.org/wiki/Bamboo
http://www.moso.eu/

  Torna indietro
     
 
  COSTRUIAMOINSIEME.CH - il portale dell’edilizia ticinese

by www.deltamarket.com